Gualchiera Prolaquense e Museo carta e filigrana
Comune di Pioraco
Musei Demoantropologico e Scientifico

pioraco_museo_cartaSituato nei locali comunali adiacenti alla chiesa di S. Francesco, ricca di testimonianze artistiche tra cui un interessante Vesperdild (Pietà) del XV secolo, il museo di Pioraco ospita una mostra permanente di carte e filigrane, istituita nel 1984, e la singolare “Gualchiera Prolaquense”, cioè un ambiente in cui è stata ricostruita con particolare cura filologica una cartiera medievale. In quest’ultima, grazie ad un operatore museale, si può assistere ai processi di lavorazione della carta, fatta a mano seguendo la tecnica tramandata dagli antichi mastri cartai. La fabbricazione della carta a Pioraco si può infatti far risalire alla seconda metà del XIV secolo. L’abbondanza di acqua e la felice ubicazione del paese favorirono l’istallazione delle prestigiose “gualchiere”, che acquistarono una notevole importanza nel periodo in cui il borgo medievale divenne uno strategico presidio fortificato dei da Varano, signori di Camerino. Una delle caratteristiche peculiari di questa antica industria cartaria è la produzione della filigrana, esposta in numerosi esemplari nella mostra. Gran parte delle carte è dono di collezionisti privati e tra esse figurano anche delle rarità.