Madonna dell’umiltà
Comune di Corridonia
Epoca Tardo Gotico

L’opera, eseguita nel 1372 da Andrea da Bologna per la chiesa di S. Agostino a Corridonia, raffigura la Madonna dell’umiltà ed è documento dei rapporti intercorrenti tra le Marche e la cultura emiliana. La Vergine, che indossa un pesante mantello blu sopra una tunica scarlatta squisitamente decorata, è raffigurata nell’atto di allattare il Bambino, assisa a terra su un vasamento di marmo rosa. Il Bambino cinge con entrambe le mani il seno della madre e volge il vispo sguardo al fedele. L’opera segue la tradizione iconografica di ‘Maria Lactans’ divenuta in occidente uno dei motivi prediletti dagli artisti dal XIV secolo in poi e quest’opera in particolare rappresenta una delle più eleganti formulazioni del tema.