Museo Archeologico
Comune di San Severino Marche
Musei Archeologico

san_severino_museo_archeologicoIl Museo Archeologico è stato di recente riallestito presso l’antico Episcopio nel nucleo medievale di Castello al Monte. La sezione preistorica e protostorica è costitutita dalla collezione del medico settempedano Pascucci, che alla fine dell’800 raccolse e catalogò più di 2.000 reperti. Gran parte della sezione protostorica, è dedicata al comprensorio di Pitino, formato dall’abitato e dalle tre necropoli ad esso relative. La varietà e la ricchezza dei corredi testimoniano l’adozione da parte delle comunità picene del VII sec., di una cultura di tipo principesco che, grazie ad un’intensa attività commerciale permise l’accumulo di beni di lusso, importati dal Mediterraneo orientale e dall’Etruria. Tra gli oggetti più prestigiosi si segnalano numerosi vasi (kotylai) di importazione corinzia, elmi piceni con scene decorate a sbalzo, armature, spade, carri, e le estremità di due scettri. Di particolare interesse anche la ceramica di produzione locale, caratteristica per le anse a forma di cavallo e per le decorazioni plastiche raffiguranti il “Signore dei cavalli”. Numerosi sono inoltre i materiali di epoca romana, provenienti dalla città e dal suo territorio, tra cui un mosaico, un frammento di Fasti consolari, un ritratto virile di età giulio claudia, un bronzetto raffigurante Mercurio, una testina femminile. Molti degli altri materiali esposti provengono dalle necropoli septempedane tra cui stele verticali figurate e urne cinerarie. Ampio spazio è dedicato ai materiali relativi all’area archeologica di Settempeda, visitabile su prenotazione. La vetrina che conclude il percorso espositivo è dedicata infine agli scavi realizzati nell’ambito dei lavori di ristrutturazione del complesso medievale del Castello, che oggi ospita il Museo stesso.